Benvenuti sul sito dei “Velocisti della Mente”

La Pallavolo: un agonismo leale

Il sito è dedicato a uno sport molto amato per le sue caratteristiche intrinseche. Spettacolare espressione di acrobazie in elevazione, la pallavolo nasce per raffinare le menti degli atleti, incentivandone la complicità di squadra senza ricorrere a scontri fisici tra squadre avversarie. In maniera affine al gioco aristocratico del tennis, la pallavolo determina un maggiore controllo del fisico degli atleti, messo così al servizio di una strategia più evoluta.

Qui ci occuperemo della storia della pallavolo dalla sua nascita alla sua diffusione mondiale, dalle squadre ai giocatori che hanno fatto e fanno grande questo spettacolare gioco di velocità in campo e di coordinazione mente-corpo. Tutto quello che riguarda la pallavolo verrà qui riassunto in brevi articoli di facile comprensione. Abbiamo anche un articolo su slot di beach volley a disposizione per giocare su Mr Green, un casinò online con licenza italiana.

Le regole

Nel 1955 il CONI riconosce la Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV) e due anni dopo è la volta del suo riconoscimento ufficiale da parte del Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

Citando quello che sancisce il regolamento ufficiale di gioco:

“La pallavolo è uno sport giocato da due squadre su un terreno di gioco diviso da una rete. Ci sono differenti versioni del gioco adattabili a specifiche circostanze nell’ambito della versatilità del gioco per tutti. Lo scopo del gioco è quello di inviare la palla sopra una rete affinché cada a terra nel campo opposto e di evitare che ciò venga fatto dagli avversari. La squadra ha a disposizione tre tocchi per rinviare la palla (in aggiunta al tocco di muro). La palla è messa in gioco con un servizio: inviata con un colpo dal battitore sopra la rete verso gli avversari. L’azione continua fino a che la palla tocca il suolo, è inviata “fuori” o una squadra non la rinvia correttamente. Nella pallavolo soltanto la squadra al servizio può conquistare un punto (salvo nel 5° set). Quando una squadra in ricezione vince un’azione di gioco conquista il diritto a servire (conquista anche un punto al 5° set) ed i suoi giocatori ruotano di una posizione in senso orario.”Il campo deve essere un terreno piano, sgombro per 7 m in altezza, di 19 * 8 m. diviso in due settori quadrati separati da una rete alta dai 2.10 m ai 2.43 m a seconda delle categorie. In ogni metà campo viene tracciata una linea a distanza di 3 m. dalla rete per dividere la zona di attacco da quella di difesa. La zona del servizio, larga 9 m, si trova oltre la linea del fondo.

Ogni squadra si compone di 12 elementi di cui 6 in campo: 3 in attacco e 3 in difesa.

Ogni partita si compone di set che variano da 3 a 5. Il set si vince arrivando per primi a 15 punti. In caso di parità, l’ultimo set si gioca al “tie break”, assegnando quindi un punto per ogni azione.